Arresto di sistema

Posted on mer 09 settembre 2015 in Blog

Questo romanzo di Charles Stross è decisamente divertente ed originale. Può essere inserito nel filone post-cyberpunk per il tipo di ambientazione e la storia, ma al tempo stesso l'accuratezza con cui vengono descritte le tecnologie e l'uso dell'informatica, lo porterebbe nel filone della hard science fiction. Tutto questo gioca al servizio di una trama da giallo spionistico.

Arresto di sistema

Per la narrazione è stata fatta l'originale scelta della seconda persona, che dà al lettore la sensazione di partecipare ad un gioco di ruolo con il narratore nei panni del game master.

La storia è ambientata di pochissimi anni nel futuro, la tecnologia è circa quella attuale, solo leggermente ampliata, migliorata e più diffusa. Un intreccio che mescola le realtà virtuali di giochi di ruolo massivi online, ai GDR dal vivo ed ai giochi di realtà alternativa potenziati grazie alla cosiddetta realtà aumentata, alla finanza speculativa ed alle agenzie di spionaggio e controspionaggio. Le suggestioni e le paranoie alla Philip K. Dick sulle realtà virtuali ed alternative, narrate con precisione scientifica - tanto da necessitare di un glossario dei termini a fine libro, per permettere ai profani di capire di cosa si stia parlando - ed un tono spesso divertente ed ironico.

Il libro è pubblicato in Italia da una casa editrice emergente, la Zona42.

I giocatori saccheggiano le tombe di divinità defunte, rapinano le segrete del governatore della Giamaica, colonizzano la galassia di Andromeda e non si può tassarli o far perdere valore al denaro, perché non sarebbe divertente. E se il gioco smette di essere divertente… bè, che motivo ci sarebbe per giocare? È questa la differenza tra l’economia del gioco e quella della banca nazionale: la banca non ha bisogno di chiedersi se ci stiamo divertendo.

Edimburgo, anno 2017, il sergente Sue Smith della polizia scozzese è chiamata a occuparsi di un caso decisamente inconsueto. Una rapina in banca ha avuto luogo alla Hayek Associates - una start-up digitale appena sbarcata alla borsa di Londra. Ma il crimine in questione sembra andare ben oltre le competenze di Smith: i principali sospettati sono una banda di orchi con un drago al seguito per il supporto di fuoco. La banca si trova infatti nel territorio virtuale di Avalon Four e una rapina del genere doveva risultare impossibile. Quando la voce si sparge, la Hayek Associates e tutte le economie virtuali rischiano una crisi senza precedenti. Più Sue Smith indaga meno le cose sembrano avere senso. Una cosa è certa: la rapina è solo l’inizio, altri giocatori, ben più potenti, stanno osservando ogni sua mossa, pronti a trasformare la crisi finanziaria virtuale in un problema nazionale di proporzioni globali.

In Arresto di sistema si passa con nonchalance dalle rapine ai danni di banche virtuali alle meraviglie della realtà aumentata, dai giochi on-line a quelli pervasivi per le strade scozzesi, dai conflitti di competenze tra forze di polizia alla dura vita di freelance e dipendenti alle prese con superiori più o meno competenti, il tutto insaporito da una spruzzata di spionaggio internazionale e qualche omicidio assortito. Charles Stross non si accontenta di sfornare trovate e speculazioni a raffica, lo fa pure in maniera divertente (e divertita), con più di una strizzatina d’occhio a tutti i geek qua fuori.